London a presto

Ancora una volta la vacanza londinese è finita, ma con l’ultimo selfie nella Liverpool Station mi ripropongo di ritornare quanto prima. Non chiedetemi perchè, ma è proprio questo pensiero che sta dietro al mio “sorrisetto”. E’ un proposito, una speranza, che da più di un anno mi rende sopportabile tutto.

Liverpool Street Station – The inside

Alcuni momenti

Scrivere un blog su un viaggio non è poi così semplice. Quando rivedi i posts e le foto che hai scattato hai sempre l’impressione di aver tralasciato qualcosa. Quindi, mentre lo Standsted Express corre verso l’areoporto, ho creato questa photogallery.

Turkish food at Old Spittafield Market

Manca poco al termine del viaggio londinese. Spendiamo le ultime sterline all’Old Spittafield Market. Un miscuglio di odori ci assale quasi subito e stimola l’appetito che certo non ci manca visto le ore camminate. La scelta cade su uno stand di street food turco. E la scelta è stata ben ripagato da un piatto a base di pollo molto speziato ed agliato (com’è che l’aglio non mi disturba anche con una abbonante salsa?). E sono pronto a salutare Londra.

Battersea Power Station

A Nine Elms si trova la Battersea Power Station, famosa perchè ritratta nella copertina dell’album “Animals” dei Pink Floyd. Purtroppo è in piena ristrutturazione, come gran parte di quel quartiere. Si dice che ospiterà anche gli uffici della Apple. Noi l’abbiamo ammirara di giorno e di notte perchè era sulla linea percorsa dai Bus che abbiamo preso per andare e venire dai nostri alloggi londinesi

Miso Soup and Sushi

Che adoro il sushi non è certo una novità, come adoro quello preparato dalla catena “Wasabi – Sushi & Bento”. Non avevo idea di quanto mi piacesse il miso, sopratutto se piccante.

One Blackfriars: il mio preferito

Fra i tanti grattacieli di Londra, il mio preferiti è sicuramente il “One Blackfriars”, che si trova a sud del Tamigi all’altezza del Blackfriars Bridge. Ha una forma molto originale e in serata spiccano le sue luci di posizione rosse.

Il ponte dei Frati Neri, più correttamente ponte dei Domenicani, è un ponte stradale e pedonale, sito fra Waterloo Bridge e Blackfriars Railway Bridge.
Il primo ponte fisso edificato in questo luogo nel 1769 fu un ponte in pietra a pedaggio lungo 300 metri. Fu il terzo ponte costruito a Londra dopo il vecchio London Bridge e il ponte di Westminster Esso venne chiamato “William Pitt Bridge” (il primo ministro), ma venne presto ribattezzato Blackfriars Bridge a causa del vicino monastero dei frati domenicani (che sono comunemente conosciuti in Inghilterra con il nome di black friars, per via della cappa nera che sovrasta il loro abito).
Il ponte attuale venne completato nel 1869ed è lungo 277 metri. Esso è costituito da cinque archi in ferro.
Il ponte finì nelle cronache internazionali nel 1982, quando venne rinvenuto impiccato sotto uno dei suoi archi il corpo del banchiere italiano Roberto Calvi.

St. Paul Cathedral

E’ chiaro che questa cattedrale non potesse sfuggire a questo viaggio. E’ sicuramente uno dei simboli della città e non ci sono tours che non ne prevedano la visita. Del resto è imponente e la sua cupola è visibile da molti punti del Tamigi. Ho aggiunto anche un paio di foto scattate in Paternoster Square

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito